wp_head();

Adoc: “aumenti ingiustificati di lettini e ombrelloni”

Numerose le segnalazioni che stanno arrivando all’Adoc di consumatori che lamentano pesanti rincari riguardo i prezzi di affitto di lettino e ombrellone nelle strutture balneari.

“Non è questo il modo per ripartire e non è accettabile che il prezzo della crisi ricada solo ed esclusivamente sui consumatori” – afferma Roberto Tascini, Presidente dell’Adoc- “Comprendiamo come le norme anti Covid 19 e il distanziamento sociale abbiano comportato dei costi in più da gestire ma troviamo profondamenti ingiusti rincari addirittura del 25% rispetto all’anno scorso.”

“Ai balneari è stata anche concessa una ulteriore proroga delle concessioni ed è tantissimo “- continua Tascini- “per questo come Adoc chiediamo che nel momento in cui il pubblico interviene a sostegno di queste realtà ci siano dei controlli che possano calmierare i prezzi. Evidenziamo come l’introito per lo Stato riguardo le concessioni balneari è di 106 milioni, a fronte di un fatturato per gli stabilimenti balneari che nel 2019 è stato di circa 7 miliardi”.

Rispetto allo scorso anno Adoc ha registrato un aumento dei prezzi per l’utilizzo dei servizi offerti dagli stabilimenti balneari, in media nell’ordine del 25% riguardo le tariffe giornaliere e del 12,8% per i servizi mensili.

“Abbiamo ricevuto numerose segnalazioni di stabilimenti balneari che hanno inoltre inserito a pagamento servizi che fino allo scorso anno erano gratuiti, parliamo per esempio di gettoni per usufruire delle docce o maggiorazioni riguardo all’utilizzo del lettino aggiuntivo”. – continua Tascini- cosi come attenzione va prestata ai parcheggi a pagamento vicino alle spiagge.”

 

Condividi la notizia