Nell’ambito di un progetto integrato di maggior tutela, educazione al consumo e trasparenza, Agos ha siglato con le principali associazioni dei consumatori italiane protocolli d’intesa che includono accordi di procedura conciliativa.

Oggetto della Procedura di Conciliazione sono i reclami già inoltrati ad Agos Ducato, risoltisi con una risposta considerata non soddisfacente per il Cliente, o relativamente ai quali Agos Ducato non abbia fornito alcuna risposta entro il termine massimo di 40 giorni dalla ricezione del reclamo.

La Procedura riguarda i reclami inerenti i prodotti/servizi finanziari commercializzati da Agos Ducato, che presentino le seguenti caratteristiche:

  • importo contestato pari o superiore ad € 1.000,00;
  • prodotti e servizi commercializzati successivamente a luglio 2014;
  • contestazioni non attinenti tematiche a livello generale del sistema finanziario.

L’avvio della procedura è subordinato alla richiesta scritta di ammissione da parte del Cliente, da redigersi mediante compilazione dell’apposito modulo.

Le richieste di conciliazione dovranno essere esaminate entro 60 giorni, con possibilità di proroga per un periodo non superiore ai 60 giorni.

Per maggiori e più dettagliate informazioni leggere il regolamento di conciliazione.

Regolamento Conciliazione

La Conciliazione paritetica Assofin – Adoc

  • è una procedura di risoluzione stragiudiziale delle controversie tra consumatori ed intermediari bancari/finanziari, alternativa al giudice e all’arbitro bancario finanziario;
  • può riguardare i seguenti finanziamenti al consumo:
    • PRESTITI PERSONALI
    • PRESTITI FINALIZZATI (per acquisto auto, elettrodomestici, etc.)
    • CARTE DI CREDITO
    • FINANZIAMENTI CONTRO CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO/PENSIONE
  • può essere attivata soltanto in seguito ad un reclamo all’intermediario bancario/finanziario rimasto inevaso o la cui risposta è stata valutata insoddisfacente;
  • è veloce ( la procedura non può durare più di 90 giorni), gratuita, e non richiede l’assistenza di un legale;
    • è una procedura a gestione paritaria: la Commissione di conciliazione che tenta di risolvere la controversia è composta da un rappresentante dell’Associazione dei Consumatori che fa le veci del cliente e un rappresentante dell’intermediario bancario/finanziario coinvolto;
  • è su base volontaria: il cliente ha il diritto di recedere in qualsiasi momento dalla procedura e l’accordo raggiunto dalla commissione viene sottoposto al cliente che è libero di accettare la soluzione proposta o di rifiutarla, ed eventualmente rivolgersi al giudice o all’Arbitro Bancario Finanziario

Per conoscere meglio come funziona la procedura conciliativa clicca qui

Per poter accedere alla conciliazione è necessario inviare il modulo di richiesta:

  • all’intermediario bancario/finanziario coinvolto o
  • all’Adoc
  • secondo le modalità indicate dall’intermediario e/o dall’Associazione dei consumatori.

Banche e Intermediari finanziari associati ad Assofin

BCC CreditoConsumo SpA

BNL Finance SpA

Carrefour Banque SA – succursale italiana

Compass Banca SpA

Consel SpA

Creditis Servizi Finanziari SpA

FCE Bank plc

Fiditalia SpA

Findomestic Banca SpA

Finitalia SpA

Futuro SpA

Pitagora SpA

Prestitalia SpA

Smartika

Toyota Financial Services (UK) Plc

Volkswagen Bank GmbH

 

Regolamento Conciliazione

Domanda Conciliazione

Hai avuto problemi o subito un disservizio? Prova la Conciliazione

La Conciliazione Paritetica è un metodo di risoluzione stragiudiziale delle controversie che permette di trovare soluzioni tra consumatori e aziende in maniera rapida, semplice ed economica.

Credito bancheEnergiaE-commerceFinanzaPostaTelefoniaTurismoTv sky

VANTAGGI

La procedura è economica per il consumatore, semplice, rapida, trasparente e attivabile attraverso la compilazione della relativa domanda.
La procedura è su base volontaria: il consumatore è libero in ogni momento di ritirarsi dalla procedura di conciliazione e di accettare o meno la proposta conciliativa formulata dalla Commissione, senza conseguenze negative, o di rivolgersi alla giustizia ordinaria.
Ogni argomentazione, informazione o proposta relativa alla controversia fornita all’Adoc è coperta dalla riservatezza.
Il verbale ha efficacia di accordo transattivo ai sensi dell’art. 1965 del Codice Civile.
Il tasso di soddisfazione con raggiungimento di un esito positivo è del 90% in media.

PROCEDURA

Gli organismi ADR di conciliazione paritetica basano la loro attività su protocolli sottoscritti tra le Associazioni dei consumatori e la singola azienda, che stabiliscono le regole cui le parti devono attenersi per risolvere le controversie.
La Commissione di conciliazione è composta, pariteticamente, da due conciliatori adeguatamente formati, uno in rappresentanza dell’azienda e l’altro indicato dall’Associazione dei consumatori prescelta dall’utente, oppure assegnato secondo un criterio turnario.
Per avviare la conciliazione è necessario, innanzitutto, che il consumatore presenti un reclamo scritto all’azienda; se questa non fornisce alcuna risposta entro i termini previsti dalla relativa Carta dei Servizi o se la stessa ha inviato una risposta ritenuta insoddisfacente dal cliente, si può attivare la procedura di conciliazione che si chiuderà entro un termine prestabilito che non supera, nei casi più complessi, i 90 giorni.

Il tuo nome (richiesto)

Il tuo cognome (richiesto)

La tua email (richiesto)

La tua Regione (richiesto)

Azienda interessata (richiesto)

Il tuo messaggio

Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da parte di questo sito web.