wp_head();

Contraffazione e abusivismo commerciale, consumatori firmano protocollo promosso dalla Prefettura di Ancona

Di 26 Ottobre 2016Economia, Regioni

Le associazioni dei consumatori sottoscrivono il Protocollo promosso dalla Prefettura di Ancona

Un impegno congiunto di istituzioni e associazioni contro la contraffazione e l’abusivismo commerciale. E’ quanto contenuto nel Protocollo d’Intesa “Prevenzione e contrasto all’abusivismo commerciale e alla contraffazione”, sottoscritto presso la Prefettura di Ancona, alla presenza del Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Interno Gianpiero Bocci, dal Prefetto di Ancona Antonio D’Acunto , dai Sindaci dei comuni di Ancona, Falconara Marittima, Montemarciano, Numana, Senigallia e Sirolo, dai vertici provinciali delle Forze dell’Ordine, dai Presidenti della Camera di Commercio e della Provincia, dalla Capitaneria di Porto – Guardia Costiera, dal Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale, dallle associazioni di artigiani e commercianti e dalle associazioni dei consumatori Adiconsum, ADOC, Cittadinanzattiva, Federconsumatori e MDC.

Il protocollo ha una validità biennale e punta l’attenzione in particolare sui due periodi dell’anno più a rischio per questi fenomeni: la stagione estiva e il periodo natalizio. Il Sottosegretario ha sottolineato l’importanza del protocollo, in quanto strumento per favorire l’economia legale, a tutela del made in Italy, delle imprese sane e dei consumatori, evidenziando l’incisività delle attività delle Forze dell’Ordine. Il Prefetto D’Acunto ha sottolineato il ruolo della Prefettura come cabina di regia, fortemente condiviso da tutte le Istituzioni e dalle numerose Associazioni di categoria, volto a promuovere la cultura del consumo consapevole.

Consumo consapevole e tracciabilità dei prodotti sono i punti fermi sui quali hanno insistito Adiconsum, ADOC, Cittadinanzattiva, Federconsumatori e MDC che hanno ricordato alla platea il lavoro di tutela, informazione e formazione svolto quotidianamente dalle associazioni presso le proprie sedi, oltre che nelle scuole e in occasione di incontri con la cittadinanza.

Dai dati del Ministero Interno nel corso dell’anno sono state svolte dalle Forze di Polizia 104 operazioni di contrasto  al fenomeno  dell’abusivismo commerciale e  della contraffazione, con il sequestro di 500 mila articoli contraffatti per un valore commerciale di circa 2 milioni e mezzo di euro. Prodotti alimentari, abbigliamento e accessori, ma anche farmaci e giocattoli sono i prodotti contraffatti più frequentemente immessi sul mercato, che minacciano l’economia legale e la sicurezza dei consumatori.

Protocollo contraffazione