Proteggiamo il nostro futuro: l’Adoc Brindisi consegna defibrillatori nelle scuole

Si è svolta nella mattinata odierna, nella splendida cornice rappresentata da centinaia di bambini frequentanti la scuola primaria “Collodi”, la cerimonia conclusiva dell’iniziativa “Proteggiamo il nostro futuro” promossa da ADOC ed i commercianti del rione Commenda aderenti finalizzata all’acquisto di un defibrillatore da donare al Comprensivo “Commenda”. I lavori introdotti dall’Avv. Marina Leo, responsabile dell’avvocatura ADOC di Brindisi, hanno visto la presenza, oltre che degli organizzatori, anche del Sig. Questore Masciopinto, del Tenente Colonnello Accorto del Comando dei Carabinieri, del Tenente Colonnello De Nicola del Comando provinciale della Guardia di Finanza, del Comandante della Polizia locale Antonio Orefice, del Prof. Monticelli dell’Ufficio scolastico provinciale ed del Dott. Fulvio Moramarco, Direttore dell’unità operativa di Pediatria nell’Ospedale “Perrino” di Brindisi. Ad aprire la serie di interventi, dopo i saluti delle autorità intervenute, è stato il Prof. Maggiore dell’I.C. Commenda che ha espresso gratitudine per l’attenzione mostrata nei confronti della realtà scolastica sotto il profilo, spesso trascurato, della sicurezza e la salute dei bambini. Un risultato che è andato ben oltre le aspettative considerato che attraverso l’iniziativa è stato possibile acquistare due defibrillatori che andranno a coprire due plessi scolastici “Collodi” e “San Giovanni Bosco” in un’area ad alta densità demografica e commerciale. A sottolineare l’importanza dell’attenzione nei confronti dei bambini il Prof. Moramarco che ha sottolineato come il benessere dei piccoli pazienti passa anche attraverso azioni che vanno oltre le cure mediche con preciso riferimento ai benefici della clown terapia messa in atto dalla scuola internazionale Siclot. Gli operatori della scuola erano presenti alla cerimonia e sono stati destinatari di una donazione. L’importanza del defibrillatore e di una rete di copertura del territorio è stata sottolineata dal Dott. Nicola Carlucci del 118 provinciale che ha reso noti i dati relativi alla diffusioni degli apparecchi sul territorio, incoraggianti, e delle percentuali di recupero di vite umane nelle situazioni di emergenza grazie ai dispositivi e a personale opportunamente formato. Sono già una decina le persone formate nell’abito scolastico grazie all’iniziativa. La donazione, è stato sottolineato, diventa patrimonio della città al servizio anche delle zone limitrofe alla scuola. Le conclusioni sono state affidate ai promotori dell’iniziativa. Sabina Sportelli, in rappresentanza dei commercianti del rione Commenda aderenti, ha espresso soddisfazione per il risultato raggiunto e l’auspicio circa nuove attività finalizzate al sociale. Il Presidente ADOC, Zippo Giuseppe, nel richiamare l’importanza ed il significato dello slogan utilizzato  “Proteggiamo il nostro futuro” e dei risultati ottenuti ha rimarcato la sinergia tra consumatori e commercianti del rione che va oltre il dato materiale in quanto incentiva e radica maggiormente l’aspetto solidale nei cittadini in una realtà in forte sofferenza economica e sociale. Un impegno che dura da diversi anni che ha visto, anche di recente la donazione di ulteriori dispositivi per una città sempre più cardio protetta. Con l’esibizione del coro polifonico dell’IC Commenda si è svolta la consegna dei defibrillatori ai Dirigenti dell’I.C. Commenda e di un impianto musicale alla Scuola internazionale di Clown Terapia Siclot. La cerimonia si è conclusa in tarda mattinata con la consegna del defibrillatore anche presso la scuola San Giovanni Bosco alla presenza degli alunni del corpo docente in un clima di festa animato dai personaggi di QUE LORUCA e degli operatori di Clown Terapia della scuola Siclot.