I am text block. Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Il 4 Settembre 2019 il Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale ha emanato il Bando per la selezione di volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile Universale (scadenza 10 ottobre 2019, ore 14.00). Adoc ha partecipato con 10 progetti da attuare su tutto il territorio nazionale per un contingente complessivo di 122 giovani.

Possono presentare domanda tutti coloro che hanno compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno d’età (28 anni e 364 giorni) alla data di presentazione della domanda e che siano in possesso dei requisiti indicati dal bando. Per 12 mesi i giovani volontari saranno coinvolti in azioni volte a migliorare il territorio, promuovere la cultura e supportare i cittadini. Ai volontari verrà corrisposto un rimborso mensile di € 439,50.

Bando Servizio Civile 2019

MODALITA’ DI INVIO DELLE DOMANDE

Le domande possono essere presentate esclusivamente attraverso la piattaforma DOL (Domanda On Line) del Dipartimento per le Politiche Giovanili e del Servizio Civile Universale, che consente ai giovani di compilare e inviare l’istanza di partecipazione attraverso PC, tablet o smartphone.

La piattaforma DOL è raggiungibile all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it

La piattaforma, che consente di compilare la domanda di partecipazione e di presentarla, ha una pagina principale “Domanda di partecipazione” strutturata in 3 sezioni (1. Progetto; 2. Dati e dichiarazioni; 3. Titoli ed esperienze) e in un tasto “Presenta la domanda”.

Il giorno successivo alla presentazione della domanda il Sistema di protocollo del Dipartimento invierà al candidato, tramite posta elettronica, la ricevuta di attestazione della presentazione con il numero di protocollo, la data e l’orario di presentazione della domanda.

Guida DOL

Per accedere alla piattaforma è necessario essere in possesso delle credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) oppure di quelle fornite dal Dipartimento.

Possono accedere alla piattaforma DOL con lo SPID:

  • i cittadini italiani residenti in Italia o all’estero
  • i cittadini di un Paese extra Unione Europea regolarmente soggiornanti in Italia.

Accesso con credenziali rilasciate dal Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale

Possono accedere alla piattaforma DOL attraverso le credenziali richieste al Dipartimento:

  • i cittadini appartenenti ad un Paese dell’Unione Europea, alla Svizzera, all’Islanda, alla Norvegia e al Liechtenstein, che ancora non possono disporre del nostro SPID
  • i cittadini di un Paese extra Unione Europea in attesa di rilascio di permesso di soggiorno.

COS’È LO SPID E COME SI OTTIENE

https://www.adocnazionale.it/cose-lo-spid-cosa-serve/

Di seguito tutte le informazioni relative ai progetti curati da Adoc, le sedi interessate e i posti disponibili. Una volta effettuata la scelta del progetto visita la piattaforma per presentare la domanda di partecipazione.

Il termine per l’invio delle domande è fissato alle ore 14.00 del 10 ottobre 2019.

Le domande trasmesse con modalità diverse da quelle sopra indicate non saranno prese in considerazione (art. 5 del bando).

SCEGLI IL TUO PROGETTO

ENTESEDETITOLO PROGETTOCALENDARI
ADOC BASILICATAPOTENZARESPONSABILMENTE!BASILICATA
TEST BASILICATA
POTENZABASILICATA
TEST BASILICATA
MATERABASILICATA
TEST BASILICATA
SANT'ARCANGELOBASILICATA
TEST BASILICATA
LAURIABASILICATA
TEST BASILICATA
MARSICOVETEREBASILICATA
TEST BASILICATA
EPISCOPIABASILICATA
TEST BASILICATA
ADOC CAMPANIANAPOLICONSUMIAMO IN SICUREZZACAMPANIA
SALERNOCAMPANIA
BOSCOREALECAMPANIA
CARDITOCAMPANIA
SAN GIUSEPPE VESUVIANOCAMPANIA
STRIANOCAMPANIA
MUGNANO DI NAPOLICAMPANIA
AVELLINOCAMPANIA
SALERNOCAMPANIA
BENEVENTOCAMPANIA
CASERTACASERTA
ADOC EMILIA ROMAGNABOLOGNAATTENTI AL LUPO - FATTI FURBOBOLOGNA
CESENACESENA
ADOC LOMBARDIABELGIOIOSOF.A.R.A.I.PAVIA
PAVIAPAVIA
VOGHERAPAVIA
SAN NAZZARO DE' BURGONDIPAVIA
LECCOLECCO
VARESEVARESE
COMOCOMO
ADOC MARCHEANCONAIL CONSUMATORE INFORMATOMARCHE
FABRIANOMARCHE
JESIMARCHE
SENIGALLIAMARCHE
ADOC MOLISECAMPOBASSOCONSAPEVOL-MENTEMOLISE
ISERNIAMOLISE
TERMOLIMOLISE
ADOC NAZIONALEROMACITTADINO INFORMATO CITTADINO TUTELATOROMA
ROMAROMA
ROMAROMA
LATINALATINA
APRILIALATINA
TERRACINALATINA
ADOC PUGLIABARIPENSA.SCEGLI.MANGIABARI
TARANTOTARANTO
LECCELECCE
BRINDISIBRINDISI
FOGGIAFOGGIA
ADOC SICILIAPALERMOCON . T. E.PALERMO
TRAPANITRAPANI
MARSALATRAPANI
ALCAMOTRAPANI
MAZARA DEL VALLOTRAPANI
CASTELVETRANOTRAPANI
SIRACUSASIRACUSA
SIRACUSASIRACUSA
CATANIACATANIA
BRONTECATANIA
ADRANOCATANIA
MANIACECATANIA
MASCALICATANIA
RADDUSACATANIA
PATERNO'CATANIA
RANDAZZOCATANIA
SCORDIACATANIA
CALTANISSETTACALTANISSETTA
RAGUSARAGUSA
ADOC ABRUZZOPESCARANON C'E' ETA' PER IMPARAREPESCARA
PESCARAPESCARA
CHIETICHIETI-VASTO-LANCIANO
MONTESILVANOMONTESILVANO-PENNE-SCAFA
VASTOCHIETI-VASTO-LANCIANO
LANCIANOCHIETI-VASTO-LANCIANO
PENNEMONTESILVANO-PENNE-SCAFA
SCAFAMONTESILVANO-PENNE-SCAFA
SULMONAL'AQUILA
AVEZZANOL'AQUILA
L'AQUILAL'AQUILA
TERAMOL'AQUILA

SERVIZIO CIVILE

Il Servizio Civile Nazionale, nasce come alternativa al servizio obbligatorio di leva, abolito dal 1 gennaio 2005 dall’art. 1 della L. 23 agosto 2004 n. 226, e si svolge su base esclusivamente volontaria. E’ un modo di difendere la patria, una difesa che non deve essere riferita al territorio dello Stato e alla tutela dei suoi confini esterni, ma alla condivisione di valori comuni fondanti l’ordinamento democratico.

La legge 6 marzo 2001, n. 64 “Istituzione del Servizio Civile Nazionale” pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 68 del 22 marzo 2001, pone le basi normative per l’attuazione dei progetti di servizio civile, dà la possibilità ai giovani dai 18 ai 28 anni di dedicare un anno della propria vita a favore di un impegno solidale inteso come impegno per il bene di tutti e di ciascuno e quindi come valore della ricerca di pace.

Il Servizio Civile Volontario garantisce ai giovani una forte valenza educativa e formativa, dando un’occasione di crescita personale, una opportunità di educazione alla cittadinanza attiva, un prezioso strumento per aiutare le fasce più deboli della società contribuendo allo sviluppo sociale, culturale ed economico del nostro Paese. Chi sceglie di impegnarsi per dodici mesi nel Servizio Civile Volontario, sceglie di aggiungere un’esperienza qualificante al proprio bagaglio di conoscenze spendibile nel corso della vita lavorativa che può trasformarsi in opportunità di lavoro futuro.

Il Servizio Civile Nazionale consente agli enti accreditati di avvalersi di personale giovane e motivato, che, stimolato dalla possibilità di vivere un’esperienza qualificante nel campo della solidarietà sociale e assicurandosi una minima autonomia economica, garantisce un servizio continuativo ed efficace.

Le aree di intervento nelle quali è possibile prestare il Servizio Civile Nazionale sono riconducibili ai settori: assistenza, protezione civile, ambiente, patrimonio artistico e culturale, educazione e promozione culturale, servizio civile all’estero.

PRINCIPI

La Legge 64/01 prevede all’art. 1 il raggiungimento delle finalità e dei principi sotto elencati:

  • concorrere, in alternativa al servizio militare obbligatorio, alla difesa della Patria con mezzi ed attività non militari;
  • favorire la realizzazione dei princìpi costituzionali di solidarietà sociale;
  • promuovere la solidarietà e la cooperazione, a livello nazionale ed internazionale, con particolare riguardo alla tutela dei diritti sociali, ai servizi alla persona ed alla educazione alla pace fra i popoli;
  • partecipare alla salvaguardia e tutela del patrimonio della Nazione, con particolare riguardo ai settori ambientale, anche sotto l’aspetto dell’agricoltura in zona di montagna, forestale, storico-artistico, culturale e della protezione civile;
  • contribuire alla formazione civica, sociale, culturale e professionale dei giovani mediante attività svolte anche in enti ed amministrazioni operanti all’estero.

Il comma e) dell’articolo 1 della legge 64/01 prevede che il Servizio Civile Nazionale contribuisca, tra l’altro, alla formazione “civica, sociale, culturale e professionale” dei giovani. La valenza professionalizzante del Servizio Civile (e della sua dimensione formativa) è dunque principio fondante dello strumento.

Le competenze acquisite dai volontari sono un arricchimento del curriculum vitae e un knowhow da spendere nel mondo del lavoro. A tutti i giovani che completano l’anno di servizio civile, l’UNSC rilascia un Attestato. L’anno di Servizio Civile è valutato, nei concorsi, come un anno nel pubblico impiego.

Sono riconosciuti crediti formativi nell’ambito dell’istruzione o della formazione professionale. Le Università, inoltre, possono riconoscere crediti formativi (CFU), per il conseguimento di titoli di studi, per attività formative prestate nel corso del Servizio Civile.

I volontari in servizio civile ricevono inoltre un trattamento economico pari a quello dei militari volontari in ferma annuale (Euro 439,50).